domenica 7 novembre 2021

Articolo da SEMPIONE NEWS



Festeggiati 25 anni di CIF in Famiglia Legnanese con un libro testimonianza di donne al tempo del Covid

“Le donne si raccontano, 25 anni di Cif a Legnano” festeggiati nella Sala delle Giare di Villa Jucker, sede della Famiglia Legnanese con la presentazione del libro “ Vorremmo dimenticare ma…” e le riflessioni del Giornalista Gianni Borsa

Legnano – “Le donne si raccontano, 25 anni di Cif”, un incontro organizzato sabato 6 novembre dal Centro Italiano Femminile di Legnano nell’elegante cornice della Sala delle Giare di Villa Jucker, sede della Famiglia Legnanese per festeggiare un traguardo importante.

25esimo Anniversario di presenza sul territorio. Un punto di riferimento. Un’Associazione di Volontariato che opera in campo civile, sociale e culturale secondo lo spirito e i principi cristiani. Tutto questo è il Centro italiano Femminile, un fiore all’occhiello per la Città di Legnano, che in occasione del 5 novembre, giornata dedicata alla consegna delle civiche benemerenze, ha ricevuto questo prestigioso riconoscimento.

“Non poteva essere coincidenza più bella per la nostra Associazione. Siamo felici di poter festeggiare questo traguardo importante nel nome delle donne. Donne che vivono una vita difficile ma anche donne più fortunate che regalano energia per il bene comune” : queste le parole pronunciate dalla neo Presidente Marisa Pozzi subentrata a Patrizia Colombo, che insieme alle altre Past President e a Graziella Zambello, curatrice del libro “Vorremmo dimenticare ma…” edito dal CIF,  hanno condiviso un momento conviviale da incorniciare.

Una Santa Messa nella mattinata presso il Monastero Carmelitane Scalze a Legnano. Una visita guidata alla mostra ”Nel nome di Dante” allestita presso Palazzo Leone da Perego. Un pranzo al Ristorante Dinner di Villa Jucker ed una conclusione dei festeggiamenti con la presentazione del libro e le riflessioni del Giornalista Gianni Borsa su “parole e fatti di speranza” .

Presenti all’evento anche il Primo CittadinoLorenzo Radice che complimentandosi con le Volontarie del Cif per l’impegno profuso, la resilienza e la grande energia che contraddistingue questa presenza importante sul territorio, ha ricordato il significato di quanto sia importante “fare del bene”.

Donare anziché ricevere, ascoltando, accogliendo, superando le discriminazioni per promuovere pari opportunità. Al pensiero condiviso del Sindaco ha fatto eco quello del Vice Sindaco Anna Pavan e dell’Assessora Ilaria Maffei, le quali hanno evidenziato come sia cresciuto nel corso degli anni il prezioso lavoro del Cif. Operando per il riconoscimento di una democrazia paritaria, nella quale si riconosciuta la dignità della donna“Ascolto Donna”, progetto attivo dal 2004, è uno dei tanti progetti che descrivono al meglio le attività del Cif. Sostegno linguistico per alunni stranieri nella scuola. Mostra mercato annuale di artigianato femminile. Incontri formativi, attività culturali e ricreative. Non c’è barriera anagrafica. Le volontarie del Cif sono tutte uguali.

Ad unirsi ai saluti di benvenuto istituzionali l’intervento del Presidente della Famiglia Legnanese, Gianfranco Bononi, il quale si è congratulato per l’eccellenza dell’attività svolta dalle Volontarie del CIF di Legnano.

“Il modo migliore per non sentirti senza speranza è alzarsi e fare qualcosa . Non aspettare che ti succedano cose buone. Esci e fai accadere alcune cose buone. Riempirai il mondo di speranza. Ti riempirai di speranza“. – Una significativa frase di Barack Obama che riassume la mission del Cif ed è l’anello di congiunzione per introdurre come sia nato il libro “Vorremmo dimenticare ma...” a cura di Graziella Zambello.

“La pandemia ci ha messo di fronte ad una realtà che mai avremmo pensato di vivere. Ci ha spinto a riflettere” .– evidenziaUn’esperienza di dolore che è stata vissuta dalle autrici del libro. Infermiere, dottoresse, insegnanti, mamme che hanno lavorato in smart working, conciliando famiglia, figli e professione. Ci sono le testimonianze che raccontano pagine di vita vissuta nell’incertezza del futuro. Ma ci sono anche messaggi di speranza, di memoria, di ricordi che non si cancellano e che ci aiutano ad affrontare il presente e il futuro con occhi diversi, apprezzando le piccole cose, i piccoli gesti, quelli scontati che però tanto scontati non lo sono, anzi sono linfa per imparare ad amare la vita ogni giorno”.

Gianni Borsa, giornalista si è unito alla riflessione di Graziella. “Credo che questo sia un bellissimo libro” – ha esordito. Non si misurano i libri dalle pagine che lo compongono, ma da quello che c’è scritto in queste pagine. La pandemia ci ha mostrato come l’umanità sia fragile. I racconti sono dimostrazione che siamo tutti interconnessi. Ci siamo ritrovati tutti impreparati. Ma nello stesso tempo ci ha cambiato. Ci ha fatto riscoprire il valore dell’aiuto reciproco. Il libro è un invito a non nascondersi. E’ un invito a guardare avanti, uscendo dall’individualismo, ma guardando agli altri.

Ad impreziosire i vari momenti dedicati al racconto sono state le due esecuzioni al violino di Anna Rigo. Un valore aggiunto che ha fatto da ponte per i successivi interventi dedicati a letture di poesie, lettere, e proiezione di video ed immagini a tema.

Ed un finale affidato ad un disegno : un germoglio tra le mani di una giovane donna. La speranza di una nuova primavera. Una finestra che si apre su nuovi orizzonti.

Michela Manzotti


giovedì 21 ottobre 2021

BUON ANNIVERSARIO


Carissime socie e lettrici , quest'anno ricorre

 il 25°ANNIVERSARIO DEL NOSTRO CENTRO  ITALIANO FEMMINILE DI LEGNANO.

E' una data importante e significativa,  vogliamo festeggiarla anche e soprattutto a nome di tutte le donne : donne con la fatica della vita sulle spalle, donne che stanno in relazioni malate, donne più fortunate che regalano la loro energia e disponibilità per il bene comune.

Il giorno 6 novembre siete tutte invitate per una giornata speciale di festa all'insegna della memoria e della speranza. Il giornalista Gianni Borsa ci parlerà di " parole e fatti di speranza " e sarà presentato il volumetto edito dal CIF " Vorremmo dimenticare ma... " testimonianze di donne al tempo del covid.

Se vorrete condividere con noi anche la mattinata potrete farlo senza prenotare per partecipare alla Santa Messa e per la visita alla mostra (gratuita) , per il pranzo è necessario dare la vostra adesione al numero indicato nella locandina entro il 2 novembre.

 Vi aspettiamo tutte, coinvolgete anche le vostre conoscenze e simpatizzanti della nostra associazione ( l' invito è esteso anche ai mariti ! ).

Vi aspettiamo con grande piacere.





giovedì 30 settembre 2021

Comunicazione interna

La fase acuta della pandemia da Covid si è affievolita, grazie  anche ai vaccini , tante attività hanno ricominciato ad operare..

Il Centro Italiano Femminile di Legnano ha ripreso gli incontri in presenza. Il 29 Settembre si è svolta l'assemblea delle socie per il rinnovo  delle nuove cariche sociali.

Presidente uscente Patrizia Colombo

Presidente eletta la socia Marisa Pozzi

Vice Presidente Patrizia Colombo e Agnese Rondena più 13 consigliere.

Durante l'assemblea son stati assegnati gli attestati, con la firma del CIF Nazionale, alle socie  che da 25 anni operano alacremente per l'associazione sul territorio di Legnano.

I prossimi mercoledi saranno dedicati all'organizzazione del nuovo evento che si terrà il 6 Novembre.

Ricorrenza del 25°anno del  nostro CIF comunale.

mercoledì 8 settembre 2021

Bentornate socie e lettrici.

 Oggi 8 Settembre riapre, dopo la pausa estiva, l'associazione Centro Italiano Femminile.

Le socie si ritrovano nuovamente presso la sede Famiglia Legnanese ,tutti i mercoledi pomeriggio dalle 15'30 alle 18'oo per programmare e organizzare incontri ed eventi sempre compatibili con l'attuale situazione sanitaria.

Riapre il servizio " Ascolto Donna " solo su appuntamento. Telefonare  mercoledi  dalle 15'00 alle 17'00 al numero cell : 329 8824953  ,sarà possibile concordare un incontro riservato e gratuito.

Daremo informazioni più avanti circa un eventuale rientro delle volontarie nella scuola.

Buon lavoro ..